On the basis of written and iconographic sources of the Middle Ages here discussed, it seems clear that the Northern Regions are viewed according to a Mediterranean center of gravity, a legacy of the Greek and Roman cultures that provides the foundations of medieval thought, through selective transmission of the most influential authors of the ancient world. From there a debate arose, polarized around two focal points: on the one hand, the North was seen as a wasteland, uninhabitable due to the extreme rigour of the climate, devoid of the possibility for human settlement; on the other hand, there were those who saw in the northern lands the space of unhuman (= the monster) or, rather, something that did not belong to humankind, offspring of Noah's three sons - according to Genesis: such account being the conceptual basis for the diversity of peoples living in the World.

Sulla scorta delle testimonianze scritte e iconografiche d’età medievale presentate in questa sede, appare chiaro che le terre settentrionali sono viste secondo un baricentro mediterraneo, retaggio di quella cultura greco-romana che avrebbe fornito le basi del pensiero medievale, mediante la trasmissione selettiva delle opere ritenute più significative del mondo antico. Da qui sarebbe sorto un dibattito polarizzato intorno a due punti focali: da un lato il Nord venne visto come regione desolata, inabitabile a causa dell’estremo rigore climatico, priva dunque della possibilità di insediamento umano; dall’altro vi fu chi vide nelle lande settentrionali lo spazio del non-umano (= il mostro), anzi di ciò che non apparteneva all’umanità discendente - secondo la Genesi - dai popoli sorti dalla progenie dei tre figli di Noè, racconto fondante sulla diversità dei popoli esistenti nel mondo.

Frigida Terra. Medieval and Modern Views of the Cold North

Russo L
2022-01-01

Abstract

Sulla scorta delle testimonianze scritte e iconografiche d’età medievale presentate in questa sede, appare chiaro che le terre settentrionali sono viste secondo un baricentro mediterraneo, retaggio di quella cultura greco-romana che avrebbe fornito le basi del pensiero medievale, mediante la trasmissione selettiva delle opere ritenute più significative del mondo antico. Da qui sarebbe sorto un dibattito polarizzato intorno a due punti focali: da un lato il Nord venne visto come regione desolata, inabitabile a causa dell’estremo rigore climatico, priva dunque della possibilità di insediamento umano; dall’altro vi fu chi vide nelle lande settentrionali lo spazio del non-umano (= il mostro), anzi di ciò che non apparteneva all’umanità discendente - secondo la Genesi - dai popoli sorti dalla progenie dei tre figli di Noè, racconto fondante sulla diversità dei popoli esistenti nel mondo.
2022
978-88-946229-1-1
On the basis of written and iconographic sources of the Middle Ages here discussed, it seems clear that the Northern Regions are viewed according to a Mediterranean center of gravity, a legacy of the Greek and Roman cultures that provides the foundations of medieval thought, through selective transmission of the most influential authors of the ancient world. From there a debate arose, polarized around two focal points: on the one hand, the North was seen as a wasteland, uninhabitable due to the extreme rigour of the climate, devoid of the possibility for human settlement; on the other hand, there were those who saw in the northern lands the space of unhuman (= the monster) or, rather, something that did not belong to humankind, offspring of Noah's three sons - according to Genesis: such account being the conceptual basis for the diversity of peoples living in the World.
North
Geography
Maps
Middle Ages
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
L. Russo, Frigida Terra. Medieval and Modern Views of the Cold North.pdf

non disponibili

Dimensione 6.75 MB
Formato Adobe PDF
6.75 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.14092/2425
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
social impact